La casa dei Papi – Sardegna in Viaggio

La casa dei Papi

5 luglio 2016

Colazione da Duca

Siamo sul finire del nostro viaggio, e questo nuovo giorno lo coronerà con una sensazionale colazione dai connotati rustici, pregna della più semplice tradizione contadina. A primeggiare su tanta varietà di salumi, formaggi, uova sode, marmellate, torte,  frutta fresca delle piante dell’Agriturismo stesso La Ripolina: ecco la Panzanella Toscana.

Quel tocco di orgoglio sano di sapori ed usanze che non hanno tempo, semplici e attuali. Il sodalizio tra pane sciocco (senza sale) raffermo e verdure fresche dell’orto, innaffiate in giusta proporzione con olio evo e aceto di vino. Con una punta piccante di pepe, a renderla audace e seducente. Una ricetta tipica della Toscana che mi ha colpita per la sua totale semplicità in completa armonia con la stagione estiva, in cui si adatta pienamente per la sua freschezza e genuinità. Una novità, per me molto gradita che porterò via con me, come tutte le altre tradizioni ed usanze di ogni luogo e di ogni dove in cui abbiamo avuto la fortuna di raccogliere e fare nostro questo tesoro che passa di generazione in generazione e che per chi come me non le conosce, lascia un’ indelebile impronta positiva.

Quel segno di un passato presente, quel profumo, quel gusto di novità che ha origini lontane ed umili, quel colore che sa catturare, quel sapore dei frutti della natura che ha radici nella terra precisa, su cui camminiamo, in lungo ed in largo, nel nostro viaggio che è la vita! 

Piacevolmente saziata da cotanta abbondanza posso esultare nel chiudere questo capitolo, questa avventura, che ci ha saputo donare tanto. Forse solo l’inizio di un cammino lungo il quale riscoprire noi stessi e gli altri.

Su queste mura di pietra e mattoni, quasi a ricordarmi che una casa si costruisce un mattone alla volta, non posso non lasciare anch’io nulla al caso, ma devo mettere l’ultima tegola di questo viaggio incredibile. Ogni giorno ci siamo svegliati ed abbiamo goduto di questo per noi “privilegio” di viaggiare ed esplorare la nostra terra, quest’Italia che è ricca di tradizioni e di genti, di luoghi e di misteri, e aspetta solo dei turisti curiosi, che siano pronti a ricevere in dono l’emozione di viverla.

Non è stato semplice, ma questa sfida l’abbiamo prima inventata, poi condivisa e vissuta, infine conclusa. Non sarà l’ultima, anche se adesso un po’ di vacanza non ci starebbe male… Ogni persona, ogni luogo, ogni granello di sabbia ha segnato per sempre le nostre vite. Il ricordo indelebile dei luoghi, delle difficoltà, del caldo, del vento, del dover scattare anche se c’è la pioggia, il cielo grigio, l’importante è documentare il viaggio.

Tutto questo con il fine di rendere giustizia raccontandolo, a chi si alza tutte le mattine ed ha come scopo della sua giornata l’accogliere i turisti, coccolarli, esaudire i loro bisogni o desideri, e mettere in ordine quando se ne saranno andati. Queste persone, fatte in carne ed ossa, sono i nostri eroi, gli eroi di questa storia, ed è a loro che vanno i nostri ringraziamenti.

Grazie a questo viaggio ho conosciuto me stesso, i miei limiti, e l’amore che provo per i figli e per Laura. Ogni goccia di sudore non è stata vana. Ogni piccola attenzione è stata gradita. Ogni cosa ci ha condotti fino qui, fino a queste frasi scritte, queste foto o questi video, per raccontarvi cosa potrete trovare in questi luoghi, cercando di non condizionare le vostre scelte, ma semplicemente stimolando il vostro desiderio di avventura.

Oggi dopo aver scritto questa nostra guida, sento di dirvi: leggetela, ma poi progettate il vostro viaggio.

Buone vacanze, buon viaggio, e se volete, contattate pure gli attori, i nostri eroi, chiamateli, chiedete loro cosa possono offrirvi, e ditegli che vi manda SARDEGNAINVIAGGIO!

 

 

Lascia un commento