Qual è l’alimentazione giusta per stare in salute nel tempo?

L’acqua

Il nostro corpo è composto del 75% di acqua fondamentale al metabolismo, alla regolazione della temperatura corporea, a lubrificare le articolazioni, a deglutire e assorbire nutrienti, allo smaltimento delle tossine.

Gli aminoacidi essenziali

Alcuni sono fondamentali, altri siamo capaci di sintetizzarli, ma non di utilizzarli adeguatamente se mancano i primi. Tutti questi alimenti essenziali si trovano negli alimenti di origine animale; nei vegetali, spesso, non sono contenuti in quantità ottimali rispetto agli standard di riferimento. Per esempio, le proteine dei cereali sono limitanti in lisina (e in triptofano il mais) e le proteine dei legumi sono limitanti in metionina. In natura esistono alimenti che contengono quantitativi sufficienti di tutti gli aminoacidi essenziali e, in questo caso, di proteine nobili o complete, generalmente presenti in carniuovapesce e latticini.

I minerali

Compongono le ossa, servono alla contrazione muscolare e al sistema nervoso, intervengono nella coagulazione, prendono parte alle reazioni enzimatiche, mantengono l’equilibrio salino. Per assumere i minerali, dobbiamo includere i vegetali nella dieta.

Le vitamine

Le vitamine, sono composti organici essenziali, in tutto sono tredici: vitamine A, D, C, B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B5 (acido pantotenico), B6 (piridossina), B8 (biotina), B9 (acido folico), B12 (cobalamina), E, K. Alcune (C e tutto il gruppo B) sono solubili in acqua; entrano nel circolo sanguigno per essere usate subito e tutto l’eccesso viene espulso attraverso le urine.

Gli acidi grassi essenziali

Sono l’acido linoleico (AL o LA), principe degli acidi grassi della serie omega-6, e l’acido alfa-linoleico (AaL o ALA), principe della serie omega-3. Gli acidi grassi della serie omega-6 riducono la concentrazione di colesterolo sangue, abbassando soprattutto la frazione “cattiva” (LDL), mentre gli acidi grassi della serie omega-3 abbassano i livelli plasmatici di trigliceridi, aumentano leggermente la concentrazione di colesterolo HDL e la fluidità ematica e riducono significativamente il rischio di malattie coronariche. Li troviamo in: olio di salmone, olio di fegato di merluzzo, sgombrosalmonetonnosemi di linonoci e mandorle secche, arachidipistacchi, lecitina di soia.