Vaccinazioni, farmaci, allergie – Sardegna in Viaggio

Vaccinazioni, farmaci, allergie

Frutta, arachidi, latte, uova, noci e frutta con il guscio, e tante sostanze che possono dare allergie. Non solo, c’è chi soffre di celiachia, quindi niente glutine, chi soffre di shock anafilattico da puntura d’insetti. Insomma c’è una miriade di possibilità da tenere in considerazione.

Quindi leggetevi bene il capitolo Primo Soccorso e cosa serve per intervenire.

Quando viaggiamo dobbiamo essere sicuri di avere la copertura necessaria alle malattie a cui andiamo incontro, spesso questo argomento riguardava solo alcuni tipi di viaggio, ed in alcune zone della terra. Oggi invece è necessario avere la copertura antitettanica, ed aver fatto il richiamo. Se i vostri figli soffrono di allergie, nel diario di bordo, segnatelo; se c’è spazio e deciderete di fare le “piastrine”, come spiegato nel capitolo Primo Soccorso, scrivetelo assieme al gruppo sanguigno.

Se siete a rischio, come ad esempio per lo shock anafilattico, portatevi il matitone contro le punture, a base di ammoniaca. Ma sopratutto un farmaco antistaminico ad effetto immediato, che innseca un’azione che va a contrastare l’istamina, uno dei principai responsabili delle allergie.

Il diario di bordo, serve a segnalare a chi non vi conosce, ai soccorritori, ai medici, chi siete, quali sono i vostri dati sensibili, quali farmaci o sostanze vi provocano allergia, il vostro gruppo sanguigno, le eventuali operazioni subite, le indicazioni precise in caso di emergenza, chi contattare, con chi parlare.

Molte volte sono proprio i viaggi a scatenare le reazioni, o il contatto con le sostanze che determinano poi la conoscenza delle proprie allergie. Stando a casa, lavoro e scuola, frequentando sempre gli stessi luoghi, è probabile che non si riscontrino sintomi o reazioni, ma basta partire per un viaggio, che tuttop il nostro corpo, si predispone per comunicare con noi, e raccontarci cose che non sapevamo. Ascoltatevi, guardatevi, percepite quello che vi accade dentro e fuori. A volte capita anche l’effetto contrario, durante un viaggio si mangiano cose che fino al giorno prima provocavano lo stato di shock, ed invece poi sono sparite. Cristian è stato uno di questi soggetti, era allergico al bianco d’uovo, alle arachidi, e alla pesca, anche solo al contatto. Non sappiamo se è stato il viaggio, qualche sostanza che ha toccato o mangiato, l’acqua di mare, ma queste allergie forti, sono sparite, e ha iniziato a divorare le arachidi che gli piacciono un sacco.

Documentatevi sempre sui luoghi dove state andando, la Sardegna è da ritenersi allo stesso modo di una qualsiasi delle regioni italiane, ci sono gli stessi pericoli, e le stesse sintomatologie. Per precauzione se soffrite di qualche cosa, nel dubbio portatevi una razione doppia di farmaco, e non riponetele assieme, ma una in un luogo ed una in un altro, in modo da essere certi di trovarne almeno una in qualsiasi momento.

Lascia un commento