RINGRAZIAMENTI – Sardegna in Viaggio

RINGRAZIAMENTI

Ringraziare per noi significa raccontare cosa abbiamo visto, chi abbiamo incontrato, cosa abbiamo provato, cosa proviamo oggi, nel ricordo, nel vissuto. Forse ritorneremo a trovarvi, forse ci metteremo di nuovo in viaggio; quello che è certo è che non vi dimenticheremo. 

Ognuno di voi che tinge queste pagine con la propria immagine, con le proprie parole, trasmetterà a chi userà la Guida per viaggiare, il vostro impegno, la vostra professionalità, la vostra umiltà nel fare questo lavoro. Non abbiamo lasciato nulla al caso, e se troverete qualche critica vuole essere un messaggio costruttivo, perchè sappiamo quanti sacrifici avete dovuto sopportare, e che volete sempre migliorare.

Noi siamo solo passati a trovarvi, vi abbiamo lasciato un segno, del nostro passaggio. Questa guida invece sarà come un totem, rimarrà qui a disposizione di tutti coloro che verranno a cercarvi, e anche dopo avervi trovato, per raccontare il loro vissuto nelle vostre realtà ricettive.

Una menzione d’onore

Per tutte le attrezzature utilizzate durante il viaggio, ci limitiamo a fare una “Menzione d’Onore” a Decathlon, per tutta l’attrezzatura utilizzata, dai vestiti, alle calzature, alle torce, ai cappelli, alle tende, alla cucina da campo, insomma per tutto, perchè l’attrezzatura l’abbiamo sfruttata tutta, stressata, ma non abbiamo avuto un problema, è stato tutto efficacissimo. Da diversi anni ormai Decathlon ed i suoi prodotti, rappresentano un punto di riferimento, sul quale noi contiamo, per tutti i viaggi e le avventure che abbiamo vissuto, e sicuramente oltre che consigliarlo a tutte le famiglie, non ne faremo a meno anche nei prossimi viaggi.


Lista della ricettività

Camping Li Nibari

Un grazie al Direttore Tore Porcedda


Agriturismo Sa Ruscitta

Un grazie a Valeria Lusci e al marito Giancarlo


Camping Tavolara

Un grazie al Direttore Luigi Grassi


Canyon Gorropu

Un grazie a Fabrizio Vella e a tutta la truppa


 

Camping Calapineta e Mandras

Un grazie di cuore a Giovanni


Camping L’Ultima Spiaggia

Un grazie a Edoardo e famiglia per ogni frammento di vita e di spazio a noi dedicato


Affittacamere Il Giardino di Valentina

Qui è il cuore che parla e vorrebbe trasferirsi ad Escolca, per l’Amore, la disponibilità, il cibo, l’accoglienza, insomma tutto, Grazie Ignazia Olianas e Valentina.


Camping  4 Mori

Un grazie a tutto lo staff, il Direttore e Massimo per l’intervista e la voglia di condividere le avventure subacquee


Camping Capo Ferrato

Un grazie alla Direttrice Patrizia Fanni,  per l’accoglienza, per tutte le informazioni, per le settimane sarde, per la “dritta” sull’utilizzo della polpa delle pale di fico d’india per combattere l’eritema.


Virgilio Meloni

Avevamo sperato di poter scattare qualche foto, un personaggio intervistato anche dalla trasmissione Voyager, ed invece siamo stati trascinati nella sua casa, in mezzo al suo mondo e a quello della moglie, nei profumi dell’arte, non basta dire grazie, bisogna dire: abbiamo imparato che a volte non serve conoscere per dare fiducia.Ma sopratutto quando la si riceve in dono, diventa parte di noi, del nostro modo di guardare il mondo, di sentirsi vivi. Un Grazie a Virgilio e alla moglie.


Sardegna Camping 

Un grazie a Federico Frau, ai fratelli e alle sorelle, che ci hanno dato modo di sperimentare anche il barbecue in muratura sardo.


Villaggio Turas

Un grazie di cuore ad Andrea ed alla sua famiglia, per tutto quello che abbiamo vissuto, dall’appartamento, alle colazioni, a tutti i servizi offerti dal villaggio, e non sono pochi.


 

Camping Isola dei Gabbiani

Un grazie ad Alessandro e ad Antonella, allo staff, e anche all’uomo che ha fatto ripartire la Punto con la batteria scarica, altrimenti saremo rimasti fermi in panne, uno staff per tutte le esigenze direi. Panne incluse.


Agriturismo La Genziana

Un grazie a Silvia, alla mamma Filomena, al Papà Antonio, per tutto, anche per il laboratorio caseario, e per tutti i prodotti che abbiamo assaggiato, e che ci mancano molto: ricotta fresca di capra, porcetto, gli gnocchetti sardi, e tante, tante altre lecornie. Anche Sa Frue con Sapa.


B&B 4 Rooms

Un grazie ai fratelli Salvatore e Bruno dei B&B Carloforte: Ghiro, Diaspro e 4 Rooms. Per tutta la disponibilità e la pazienza.


Camping Nurapolis

Un grazie a Ignazio Porcedda, per la forza e la voglia di natura e di biologico, dei mobili realizzati con materiale di riciclo, e per la natura che abbiamo vissuto.


Nuraghe Majori

Un grazie di cuore alla Dr.ssa Viviana Pinna, e alla collega, tutte e due archeologhe, con la passione per la terra e la storia sarda, con un’attenzione particolare verso il bambino, verso il racconto, verso il trasmettere una cultura molto importante per portare avanti le tradizioni e le culture nuragiche.


Frutta e Verdura Marina – Sant’Anna Arresi

Un grazie a Marina per tutti i suoi prodotti meravigliosi, sani e buoni, per aver convinto Cristian ad assaggiare per la prima volta i fichi neri, e ad Andrea “la Finochietta”, grazie per il Cannonau, per l’olio, per tutto insomma.


B&B Da Patrizia

Un grazie a Patrizia per la gentilezza, la disponibilità e l’ospitalità. Anche per gli aneddoti raccontati su Capo Testa.


Azienda agricola Agrichessa

Un grazie a Salvatore Casaro, che ci ha ospitato nel suo laboratorio, e ci ha deliziato con tutti i prodotti della sua azienda, regalandoci un ricordo gustativo indelebile.


Chiosco di Cala Sabina

Un grazie a Sabina, per i fantastici gelati e ghiaccioli che hanno allietato il nostro primo giorno sull’isola.


Agriturismo Monte Istulargiu

Un grazie ad Antonella e a Pasquale e a tutta la loro famiglia, dire “bravi ragazzi” non basta, sono professionisti della ristorazione e dell’accoglienza, in un luogo che sembra disegnato da un artista. Immersi nella campagna sarda, a due passi dal mare, e da un sacco di attività e luoghi da scoprire. Mangiare i vostri prodotti, visitare la vostra azienda e gli animali, i vostri laboratori, le vostre cantine, è stata un’esperienza unica, escluiva, e rimarrà per sempre nella nostra memoria. Quindi la speranza è di rivederci presto 🙂


Frutta e verdura Lidia – San Priamo

Un grazie a Lidia che ci ha regalato sapori nuovi, con la sua frutta e verdura. Con la sua gentilezza, con la sua bontà d’animo, nell’ aiutare quattro viaggiatori di passaggio come noi.


Isidoro Archeologo contadino

Un grazie di cuore ad Isidoro, per averci concesso di visitare la sua terra, i suoi prodotti, per averci raccontato la sua storia di archeologo, di averci dato consigli, di averci fatto assaggiare della frutta e verdura naturale, che abbiamo tanto apprezzato.


Camping Ortus De Mari

Avendo già ampiamente ringraziato Claudio Caria, non possiamo che continuare a ringraziare la sua compagna. Un grazie per le attenzioni riservate ai bambini, e all’esser riusciti a lasciare il campeggio allo stato naturale, un bosco da scoprire.


B&B S’Attobiu

Un grazie a tutta la famiglia di Fabio, per la gentilezza, per la professionalità, per come è stato arredato e lasciato in modo tradizionale un luogo così bello e ricco di storia. Per averci permesso di scoprire il Cammino di Santu Jacu, per averci ospitato ed aspettato fino a tardi, nel nostro tardare sulle strade che non conoscevamo.


SHERPA – Il negozio per la tua montagna

Un grazie a Giovanni, senza la tua pentola abattibile, avremmo dovuto rinunciare a qualcosa da trasportare, e perso tempo nel far cuocere la pasta, insomma, è stato un grande gesto voler partecipare al nostro viaggio con questo graditissimo regalo, che adesso fa parte della nostra attrezzatura, e che non lasceremo a casa.

 


Ormai è la mia attrezzatura: Canon, Sony, Manfrotto, Benro, e Sigma; da molti anni, ma portare una macchina fotografica reflex e gli obiettivi sulle dune di sabbia, oppure proprio nella sabbia come è successo ad Arbus, quado uno sciame di calabroni ha pensato che fossi un intruso pericoloso, mentre stavo facendo un time-laps del tramonto e purtroppo la canon 1Ds MkII è caduta proprio nella sabbia. Ero disperato, ma mi son detto «l’hai smontata e rismontata un sacco di volte, hai dietro tutto l’occorrente, perchè non dovrebbe funzionare» e così è stato, ho aperto e soffiato ogni parte, anche i piccoli granellini infilati nella ghiera dell’obiettivo sono volati via con un bel soffio di pompetta. Quindi che dire, la sony bridge, con lente Carl Zeiss si è rivelata un carroarmato, una gamma dinamica dei colori pazzesca, un sensore che per i filmati ha dato una stabilità e una professionalità inaspettata. Manfrotto e Bennro, compagni di una vita, hanno graffi e cicatrici come la mia pelle, e portano con se il ricordo di ogni appostamento fatto, per fotografare un salto di un binommio, oppure un tramonto. Obiettivi Sigma, è stato un sogno, una grande varietà di lenti e di possibilità, anche se dopo aver attraversato il Canyon del Gorropu, con addoso… me lo stavo dimenticando «il mio super zaino LowePro» compagno di una vita, ha salvato un sacco di volte la mia attrezzatura, mi è stato rubato a Milano dalla macchina, e poi poco prima di partire per questo viaggio i carabinieri lo avevano ritrovato, vuoto, ma con alcune mie cose personali. Un oggetto unico secondo me, è caduto in un fiume, e dentro non c’era una goccia d’acqua. Tornando al viaggio, dopo Gorropu, una fatica inaudita, ho deciso di limitare il peso ad un corpo macchina ed un obiettivo per la visita, l’esplorazione, e a volte per l’intera giornata.

Quindi in conclusione grazie a tutti voi per aver creato oggetti di alta tecnologia ed affidabilità, che hanno reso possibile questo viaggio, la sua documentazione, le interviste, e tutto quello che abbiamo fatto. Grazie a tutti.

    

 

Lascia un commento